LaPresse acquisisce gli archivi e i brand Olycom e Olimpia
Un patrimonio di 15 milioni di immagini che coprono tutto il '900 e si affiancano all'archivio LaPresse. Tra gli asset anche il marchio Publifoto

LaPresse cresce ancora grazie all’acquisizione del ramo d’azienda fotogiornalistico, giornalistico, cineteleaudiovisivo e fotografico di Olycom.

L’agenzia guidata da Marco Durante mette a segno una nuova acquisizione e implementa da oggi il proprio già ricchissimo archivio fotografico - oltre 30 milioni di immagini dal 1939 a oggi -  con le libraries analogiche e digitali di Olycom, l’agenzia fotografica milanese fondata nel 1958 da Walfrido Chiarini come Olimpia Fotocronache.

Dal punto di vista dei contenuti si tratta del marchio Publifoto, degli archivi storici Olimpia e Olycom e relativi marchi a copertura di tutto il Novecento.

Una collezione, tra foto storiche e creative, di oltre 15milioni di immagini che hanno segnato la storia del fotogiornalismo italiano e che da oggi si affiancano agli archivi di LaPresse che, con questa operazione, rafforza ulteriormente la propria leadership nel mercato delle immagini.

Olycom tornerà a crescere anche nelle immagini di attualità, con molti dei fotografi che rappresenta da sempre e con nuove produzioni dedicate anche dall’estero.

Le fotografie saranno fruibili sia dalla piattaforma digitale Olycom, che LaPresse provvederà a riattivare a breve, sia tramite il portale www.lapresse.it.

Le aree di vendita e le modalità di fornitura saranno indipendenti, di fatto la Olycom ritornerà ai suoi fasti passati.

Inoltre LaPresse procederà alla digitalizzazione dell’immenso patrimonio iconografico analogico acquisito in questa operazione, assumendo 7 archivisti che avranno il compito di rendere disponibili sulla piattaforma digitale milioni di immagini che, dal 1908, coprono oltre un secolo di storia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata