Lagarde: Bene progressi in Europa, ma fare di più

Tokyo (Giappone), 6 lug. (LaPresse) - In Europa "sono già stati fatti sforzi straordinari" ma "ulteriori progressi sono necessari per superare la crisi in modo decisivo ed evitare effetti dannosi sulla stabilità e la crescita". Così la direttrice generale del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, parlando ad un convegno a Tokyo, in Giappone. La Lagarde ha sottolineato che i progressi vanno comunque fatti "non solo in Europa, ma in tutto il mondo" perché "questa è una crisi globale". La Lagarde ha sottolineato inoltre i progressi fatti nell'ultimo Consiglio europeo a Bruxelles. "La scorsa settimana i leader europei si sono accordati per passi significativi nella giusta direzione per affrontare la crisi in modo immediato, il che è incoraggiante", ha detto il numero uno dell'Fmi.

Nel suo discorso la Lagarde ha affermato anche che negli ultimi mesi "la prospettiva è diventata purtroppo più preoccupante", spiegando che "molti indicatori come quelli degli investimenti economici, dell'occupazione e del manifatturiero sono peggiorati e non solo in Europa o negli Stati Uniti, ma anche nei mercati emergenti: Brasile, Cina e India".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata