L'euro torna a scendere, effetto Cipro svanisce subito
(Finanza.com) Dopo una prima reazione positiva per il raggiungimento dell'accordo per il salvataggio di Cipro, l'euro si è progressivamente spento in mattinata con le quotazioni tornate sotto la soglia di 1,30 rispetto al dollaro. In avvio di giornata il cross euro/dollaro si era spinto fino a 1,3047, mentre ora viaggia sui minimi intraday a 1,2964. Laiki, la seconda banca cipriota, verrà liquidata attraverso un processo controllato e i suoi asset saranno scissi in good e bad bank. La misura peserà sui detentori di azioni, obbligazioni e di depositi oltre i 100 mila euro, mentre i piccoli depositi saranno preservati e verranno inseriti nella good bank che confluirà nella Bank of Cyprus. "L'accordo sventa il pericolo dell'uscita di un paese dall'area Euro e il rischio di un effetto di panico laddove i prelievi forzosi avessero violato le garanzie della legislazione UE per i conti correnti fino alla fatidica soglia dei 100mila euro", commenta oggi Davide Marone, analista finanziario di Fxcm. Tra le valute ad alto rendimento spicca ancora il dollaro australiano che continua il suo momento positivo con quotazioni sui massimi da fine gennaio a ridosso si quota 1,05 rispetto al dollaro Usa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata