Kuroda (BoJ): maggiori stimoli solo se target inflazione risulterà a rischio
(Finanza.com) Il governatore della Bank of Japan, Haruhiko Kuroda, ha rimarcato nella conferenza stampa post-riunione che l'inflazione è vista in rallentamento nei prossimi mesi ma stime di lungo termine non cambiano. Il numero uno della BoJ ha rimarcato poi che ulteriori stimoli saranno presi in considerazione solo se target inflazione risultasse difficile da raggiungere. Il target di inflazione del 2% dovrebbe essere raggiunto tra un anno con la BoJ che vede l'inflazione core al 2,2% nell'anno fiscale che inizia ad aprile 2016. La banca centrale giapponese oggi ha rivisto le proprie stime economiche tagliando a +1% quelle di inflazione core per l'anno fiscale che parte ad aprile dal precedente +1,7%. Taglio delle stime dettato principalmente dall'effetto sui prezzi del tracollo delle quotazioni del petrolio. Sempre oggi sono state alzate le stime di pil che è visto ora in crescita del 2,1%.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata