Istat: La disoccupazione sale all'11,9%, quella giovanile al 39,4%
Poletti: "Bene il calo degli inattivi, ma preoccupa la situazione dei giovani"

Dati non incoraggianti sul fronte del lavoro: a novembre, secondo l'Istat, la disoccupazione è salita all'11,9%, in aumento di 0,2 punti percentuali su base mensile. Preoccupante in particolare la situazione per i giovani tra 15 e 24 anni, per cui il tasso di disoccupazione si attesta al 39,4%, in aumento dell'1,8% rispetto a ottobre. Su base annua la crescita è dell'1,6%. Il tasso di occupazione è invece pari al 57,3%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto a ottobre. Segnale positivo anche sul fronte del tasso di inattività, che scende al 34,8%, in diminuzione di 0,2 punti percentuali. "Rispetto al mese precedente l'occupazione, con un lieve aumento, si mantiene sostanzialmente stabile. All'aumento dei disoccupati corrisponde una più consistente diminuzione degli inattivi, segno che cresce il numero delle persone alla ricerca attiva di lavoro", è il commento del ministro del Lavoro Giuliano Poletti, "nel quadro complessivo preoccupa la situazione dell'occupazione giovanile, per cui alla diminuzione del tasso di inattività tra i giovani corrisponde solo un aumento della disoccupazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata