Istat: in calo potere d'acquisto famiglie e pressione fiscale

Milano, 4 lug. (LaPresse) - Nel primo trimestre del 2014 il reddito disponibile delle famiglie consumatrici in valori correnti è rimasto invariato rispetto al trimestre precedente mentre è aumentato dello 0,6% rispetto al corrispondente periodo del 2013. Ma tenuto conto dell'inflazione, il potere di acquisto delle famiglie consumatrici nel primo trimestre del 2014 è diminuito dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e dello 0,2% rispetto al primo trimestre del 2013. Lo rende noto l'Istat.

Secondo i calcoli dell'Istituto di Statistica la pressione fiscale è stata pari al 38,5%, risultando inferiore di 0,3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Le entrate totali della p.a. nel primo trimestre del 2014, invece, sono aumentate dello 0,4% rispetto allo stesso trimestre del 2013. Tale andamento è stato determinato, in particolare, dall'incremento dello 0,3% delle entrate correnti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata