Istat: In 2014 separazioni +0.5% e divorzi -0.6%, eta media sopra i 40

Milano, 12 nov. (LaPresse) - Nel 2014 le separazioni sono state 89.303 e i divorzi 52.335, le prime in leggero aumento e i secondi in lieve calo rispetto all'anno precedente (rispettivamente +0,5% e -0,6%). E' quanto riporta l'Istat nel suo report su 'Matrimoni, separazioni e divorzi'. In media ci si separa dopo 16 anni di matrimonio, ma i matrimoni più recenti durano sempre meno. Le unioni interrotte da una separazione dopo 10 anni di matrimonio sono quasi raddoppiate, passando dal 4,5% dei matrimoni celebrati nel 1985 all'11% per le nozze del 2005. L'età media alla separazione è di 47 anni per i mariti e 44 per le mogli; in caso di divorzio raggiunge, rispettivamente, 48 e 45 anni. Questi valori sono aumentati negli anni soprattutto per effetto della posticipazione delle nozze a età più mature. In crescita le separazioni con almeno uno sposo ultrasessantenne (7,5% nel 2014).

Il 76,2% delle separazioni e il 65,4% dei divorzi hanno riguardato coppie con figli. Nell'89,4% delle separazioni di coppie con figli i genitori hanno scelto l'affido condiviso. Le dinamiche fin qui descritte presentano forti specificità territoriali. Fenomeni riconducibili al processo di secolarizzazione - come i primi matrimoni civili di sposi entrambi italiani o le separazioni e i divorzi - condividono la stessa geografia caratterizzata da un gradiente Nord (alta frequenza) - Mezzogiorno (bassa frequenza).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata