Istat: Con nuovo calcolo del Pil Italia senza crescita da 3 anni

Milano, 15 ott. (LaPresse) - Il ricalcolo effettuato oggi dall'Istat sul Pil adottando la nuova metodologia Sec2010, che da settembre sostituisce il Sec1995 in uso dal 1999, non riguarda solo il secondo trimestre 2014, ma bensì tutta la serie storica dal 2010. Per il dato del 2010 c'è addirittura un miglioramento, visto che la crescita di allora passa dal 2,1% stimato finora a +2,2%. Discorso inverso per il 2011, dove il Pil totale annuale passa da -0,6% a -0,7%. Proprio il 2011 è l'anno in cui comincia l'infilata di trimestri senza crescita, che continua tuttora da 12 trimestri consecutivi stando ai dati del sistema Sec2010.

Nel ricalcolo presentato dall'Istat oggi, per il 2012 il dato è di un calo del 2,5% contro il 2,9% finora conosciuto. Peggiora il dato del 2013 che passa dal -0,9% finora noto ad un più triste -1,1%. Ciò è dovuto al dato del quarto trimestre dell'anno passato, che segnava finora un +0,1%, ed ora con i calcoli del Sec2010 passa a -0,1%. Per il 2014 c'è invece una correzione al rialzo, poiché il primo trimestre ha registrato una crescita zero, invece che il -0,1% finora calcolato con il metodo Sec1995, stabile invece il secondo trimestre a -0,2%, con un totale annuo però che migliora da -0,3% a -0,2%.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata