Iran: Valutiamo stop esportazioni greggio per Paesi Ue 'ostili'

Teheran (Iran), 20 feb. (LaPresse/AP) - L'Iran sta valutando se bloccare le esportazioni di petrolio dirette verso altri Paesi europei, dopo aver annunciato ieri l'embargo sulle vendite a Francia e Regno Unito. Lo ha riferito l'agenzia di stampa iraniana Mehr, citando il direttore della National Iranian Oil Company, Ahmad Qalehbani. Teheran, ha spiegato Qalehbani, potrebbe fermare le esportazioni di greggio in Paesi membri dell'Unione europea che continuano ad adottare "azioni ostili" contro l'Iran. Qalehbani ha inoltre stimato che il prezzo del petrolio potrebbe superare i 150 dollari al barile, ma non ha specificato quando. Oggi il prezzo ha raggiunto quasi 105 dollari al barile, il livello più alto da nove mesi, dopo la decisione del blocco verso Londra e Parigi annunciata ieri da Teheran. Si tratta di una risposta alla scelta di Bruxelles di introdurre un embargo petrolifero sul greggio iraniano a partire da luglio, a causa del programma nucleare di Teheran.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata