Intesa Sp, utile I trimestre in crescita del 9,6% a 1,15 mld

Milano, 5 mag. (lapresse) - Intesa Sanpaolo regge il colpo del coronavirus nel primo trimestre dell'anno. I primi tre mesi si chiudono infatti con un utile netto di 1,151 miliardi, in crescita del 9,6% rispetto agli 1,05 miliardi registrati nel corrispondente periodo dello scorso anno. Lo riferisce una nota, spiegando che l'utile netto risulterebbe pari a circa 1,36 miliardi escludendo l'accantonamento di circa 300 milioni ante imposte per Covid-19 e a circa 2,3 miliardi pro-forma se - oltre a escludere questo accantonamento - si considerasse la plusvalenza netta di circa 900 milioni da Nexi (che consentirebbe di assorbire circa 1,2 miliardi di accantonamenti ante imposte), con un conseguente buffer pari a circa 1,5 miliardi ante imposte a fronte dei possibili impatti dell'epidemia da Covid-19 per l'intero esercizio. I risultati del primo trimestre "rafforzano la capacità di Intesa Sanpaolo di affrontare efficacemente la complessità del contesto conseguente all'epidemia da Covid-19, riflettendo la redditività sostenibile - derivante dalla solidità della base patrimoniale e della posizione di liquidità, dal modello di business resiliente e ben diversificato e dalla flessibilità strategica nella gestione dei costi operativi - e il supporto del gruppo all'Italia anche con l'impegno a diventare un punto di riferimento in termini di sostenibilità e responsabilità sociale e culturale". Il Cet 1 ratio al 31 marzo è pari al 14,5%.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata