Inflazione, Istat: A luglio +0,1% su mese, stabile a +1,2% su anno

Roma, 9 ago. (LaPresse) - Nel mese di luglio 2013, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività, al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,1% su base mensile e resta stabile all'1,2% su base annua (la stima provvisoria era +1,1%). Lo rileva l'Istat modificando le stime preliminari. L'inflazione acquisita per il 2013 è pari all'1,2%. La stabilità dell'inflazione, spiega l'Istituto nazionale di statistica, è la sintesi di spinte di segno opposto: da una parte, i rallentamenti delle dinamiche tendenziali dei prezzi di tutte le tipologie di servizi, dall'altra l'accelerazione della crescita su base annua dei prezzi di gran parte delle tipologie di beni e in particolare degli Energetici non regolamentati. Contribuiscono al rialzo congiunturale dell'indice generale gli aumenti dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (+1,2%), sui quali incidono fattori stagionali e dei Beni energetici non regolamentati (+0,8%). Questi aumenti sono in parte compensati dal calo dei prezzi degli Alimentari non lavorati (-2,3%), per lo più dovuto ai Vegetali freschi (-7,2%) e alla Frutta fresca (-6,7%).

I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori (il cosiddetto carrello della spesa), invece, a luglio diminuiscono dello 0,2% rispetto al mese precedente e crescono del 2,0% nei confronti di luglio 2012 (era +1,7% a giugno).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata