Inflazione 2011 al 2,8%: top dal 2008

Roma, 4 gen. (LaPresse) - L'inflazione rimane stabile a dicembre ma si attesta ancora su livelli di guardia. Non solo: il dato medio del 2011, pari al 2,8%, mostra una netta accelerazione dei prezzi, rispetto al tasso medio dell'1,5% registrato nel 2010. Si tratta del livello maggiore dal 2008. E' quanto emerge dalla stime preliminari dell'Istat, che mostrano come a dicembre l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), comprensivo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,4% rispetto al mese precedente e del 3,3% nei confronti dello stesso mese dell'anno precedente (lo stesso dato registrato a novembre). Mentre in Italia l'inflazione rimane sugli stessi valori, nell'eurozona rallenta a dicembre al 2,8%, dal 3% di novembre, stando ai dati preliminari diffusi oggi da Eurostat.

Tronando in Italia, ancora una forte spinta ai prezzi arriva dai carburanti. In particolare, secondo l'Istat, dal diesel. Secondo le stime preliminari, nel settore non regolamentato si registrano forti rialzi su base mensile per tutti i carburanti: il prezzo della benzina aumenta dell'1,9% sul mese precedente, mentre il relativo tasso di crescita annuo scende al 15,8% (dal 16,6% di novembre). Il prezzo del gasolio per mezzi di trasporto segna un rialzo congiunturale del 5,6% e cresce su base annua del 24,3% (in accelerazione dal 21,1% del mese precedente).

A dicembre l'inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, è stabile al 2,4%. Al netto dei soli beni energetici, il tasso di crescita su base annua dell'indice dei prezzi al consumo scende al 2,3% dal 2,4% di novembre. La stabilizzazione dell'inflazione, spiega l'Istat, deriva dalla lieve riduzione del tasso di crescita tendenziale dei prezzi dei beni (+3,9%, dal +4% di novembre), compensata dall'aumento di quello dei servizi (+2,5%, dal +2,4% del mese precedente). Come conseguenza di tali andamenti, il differenziale inflazionistico tra beni e servizi diminuisce di due decimi di punto rispetto al mese di novembre.

Inoltre, sulla base delle stime preliminari dell'istituto di statistica, l'indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta dello 0,3% su base mensile e del 3,7% su base annua (lo stesso valore registrato a novembre). Il corrispondente tasso di crescita medio annuo, relativo al 2011, è pari al 2,9%.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata