Indesit, presentato 'piano Italia': 83 mln di investimenti in 3 anni

Fabriano (Ancona), 16 giu. (LaPresse) - Indesit ha presentato oggi il 'piano Italia' che prevede 83 milioni di euro di investimenti in tre anni. Lo riferisce Rocco Palombella, segretario generale della Uilm, presente oggi presente alla cerimonia pubblica nella fabbrica di Albacina, lo storico stabilimento del gruppo nato nel fabrianese nel 1957. Il piano prevede per il sito un investimento da 19 milioni di euro per "un centro di eccellenza nella produzione di forni da incasso, dove saranno prodotti anche quelli oggi realizzati in Polonia". Sempre nell'area di Fabriano, Melano "diventa centro di eccellenza per la realizzazione dei forni di piccole dimensioni oggi realizzati in Francia (microonde e vapore) e di altri prodotti 'speciali' per la cottura". Comunanza "sarà il centro per l'innovazione e la produzione di lavabiancheria e lavasciuga di alta gamma", e Caserta "il centro esclusivo per la produzione di frigoriferi da incasso ad alto contenuto d'innovazione, compresi quelli oggi realizzati in Turchia, e dei piani cottura a gas da incasso, attualmente prodotti a Fabriano, che verranno completamente rinnovati a partire dal 2015".

Il piano deriva dall'accordo dello scorso dicembre, al tavolo al Ministero dello Sviluppo con sindacati e istituzioni: si archiviarono sei mesi di tensioni (dopo l'annuncio a giugno 2013 di 1400 esuberi) con un programma di ammortizzatori sociali che ha scongiurato il rischio di licenziamenti e con l'impegno a mettere in campo investimenti per il rilancio degli stabilimenti italiani del gruppo. Soddisfatto Palombella: "L'attuazione del Piano - ha concluso il leader della Uilm - dimostra come in Italia sia possibile generare e sostenere investimenti per la crescita industriale anche in un settore in difficoltà come quello degli elettrodomestici. il Paese ce la può fare".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata