Imu, Mef: Incassati 9,5 miliari, in linea con previsioni

Roma, 7 lug. (LaPresse) - I versamenti Imu relativi alla prima scadenza del 18 giugno ammontano a oltre 9,5 miliardi di euro, precisamente a 9.551 milioni. Lo comunica il ministero dell'Economia, in un briefing con la stampa del sottosegretario Vieri Ceriani. Le stima iniziale del gettito Imu del Mef parlavano di un gettito atteso a giugno di 9,7 miliardi di euro. "Sulla base del gettito di giugno - si legge nella nota diffusa - la previsione per l'intero anno (20.085 milioni di euro) è quindi in linea con la previsione iniziale di 20,1 miliardi di euro".

"Nonostante la bagarre - spiega il sottosegretario Vieri Ceriani - sulle cifre dell'Imu avevamo ragione: nonostante gli inviti alla rivolta fiscale prevale il senso di responsabilità dei cittadini, milioni di contribuenti italiani hanno fatto il loro dovere e hanno pagato l'Imu". "Le cifre ci dicono che non c'è nessun buco, l'obiettivo è stato centrato", aggiunge, sottolineando che "non c'è necessità di intervenire sulle aliquote, che resteranno quelle che sono".

Il gettito Imu relativo alla prima abitazione è di 1.603 milioni di euro, che su base annua si attesta a circa 3,3 miliardi di euro: in linea con le previsioni. Il numero dei contribuenti che hanno versato l'Imu sull'abitazione principale è di circa 16 milioni, con un importo medio di versamento di 100 euro. L'Imu sugli altri immobili è stata invece "pari a 7,9 miliardi ed è stata versata da 15,9 milioni di contribuenti con un importo medio di versamento pari a 500 milioni" mentre quella sui fabbricati rurali strumentali (il cui acconto è stato fissato nella misura del 30%) "è stata pari a 15,7 milioni di euro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata