Il coronavirus affossa le borse, in Cina deficit commerciale di 7 miliardi

In fumo 1.300 miliardi di euro dal primo contagio in Italia, due settimane fa

Il Covid-19 affossa le borse europee. Dal primo contagio in Italia, due settimane fa, bruciati 1.300 miliardi di euro. Solo ieri in fumo oltre 300 miliardi. Piazza Affari la peggiore: ha perso quasi 17 miliardi, 95 in due settimane. L'agenzia di rating Moody's avverte l'Italia: "Probabile la recessione". Anche l'Istat prevede tassi di crescita negativi. In Cina l'epidemia è costata un deficit commerciale di 7,09 miliardi di dollari a gennaio-febbraio, le attese dei mercati mancate di un surplus di 24,6 miliardi. L'export in questo periodo è sceso di oltre il 17%.