Huawei: Pronti a vendere accesso a 5G a concorrente occidentale

Milano, 12 set. (LaPresse) - L'amministratore delegato di Huawei, Ren Zhengfei, ha proposto di vendere l'accesso ai propri brevetti 5G a una società occidentale per affrontare i problemi di sicurezza espressi dagli Stati Uniti e da altri Paesi sulle sue attività. Il capo esecutivo del gruppo cinese, accusato dagli Usa di essere un pericolo per la sicurezza nazionale, ha detto in un'intervista all'Economist che l'acquirente sarà libero di "modificare il codice del software sorgente" e ciò consentirebbe di correggere eventuali difetti o presunti backdoor senza il coinvolgimento di Huawei. Gli Stati Uniti e l'Australia hanno vietato alle loro reti di utilizzare le apparecchiature Huawei, mentre il Regno Unito sta ancora valutando la questione per una decisione. La mossa del gruppo cinese potrebbe aggirare l'assedio del presidente Usa, Donald Trump, che rischia di danneggiare il colosso all'avanguardia nel 5G. Un concorrente che possa competere nel 5G con Huawei potrebbe livellare la concorrenza e ridurre i timori dei Paesi occidentali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata