Grecia, Juncker: Necessario aumentare sorveglianza su riforme

Bruxelles (Belgio), 15 feb. (LaPresse/AP) - La Grecia ha fatto progressi ma è indispensabile una stretta sorveglianza affinché le misure d'austerità siano implementate. Lo ha dichiarato il presidente dell'Eurogruppo Jean-Claude Juncker al termine della conference call dei 17 ministri delle Finanze dell'eurozona durata tre ore e mezzo. "Sono necessarie - ha detto - ulteriori considerazioni riguardo ai meccanismi specifici sul rafforzamento della sorveglianza dell'attuazione del programma (di austerità) e per garantire che la priorità sia data alla riparazione del debito". La dichiarazione sembra una risposta alla richiesta di Francia e Germania, che hanno proposto di istituire un conto separato dedicato soltanto a ripagare il debito di Atene. Questa possibilità darebbe all'eurozona più controllo sulle finanze greche ma costituirebbe un'interferenza senza precedenti negli affari fiscali si uno Stato sovrano europeo.

Sono fiducioso che l'Eurogruppo "sarà in grado di prendere tutte le decisioni necessarie lunedì", ha comunque cercato di tranquillizzare Juncker, escludendo l'ipotesi di posticipare la concessione del prestito da 130 miliardi di euro dopo le elezioni. I 17 ministri, ha aggiunto il premier del Lussemburgo, hanno accolto positivamente le rassicurazioni e i dettagli forniti da Atene in merito al risparmio di altri 325 milioni di euro, come richiesto dai creditori internazionali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata