Grecia, governo stima Pil -5,5% nel 2011 con deficit al 9%

Atene (Grecia), 18 nov. (LaPresse/AP) - Le stime sul Pil della Grecia prevedono una contrazione del 5,5% quest'anno e del 2,8% per il 2012. È quanto emerge dal Consiglio dei ministri sul bilancio 2012, che sarà presentato più tardi in Parlamento. Secondo le previsioni del governo di Atene, in Grecia il deficit si attesterà al 9% del Pil quest'anno e al 5,4% del Pil l'anno prossimo. La Grecia rimarrà in recessione, ma dal bilancio emerge un surplus primario dell'1,1% del Pil per il 2011. Il ministro delle Finanze, Evangelos Venizelos, ha assicurato che non serviranno nuove misure di austerità per coprire il deficit di bilancio dell'anno prossimo. Il tasso di disoccupazione toccherà il 15,4% nel 2011 e il 17,1% nel 2012. Gli ispettori della Troika (Unione europea, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale) arriveranno oggi ad Atene per riprendere i colloqui con il governo greco sulla prossima tranche del prestito di salvataggio da 8 miliardi di euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata