Grecia, Fitch: Evitato default ma rischi alti

Londra (Regno Unito), 18 giu. (LaPresse) - La vittoria di misura dei conservatori 'pro-euro' di Nuova Democrazia alle elezioni in Grecia scongiura "a breve termine il rischio di un default disordinato" e dell'uscita dall'euro del Paese, ma la crisi per Atene e l'eurozona "rimane intensa" anche per la debolezza del governo in uscita dalle urne. Lo afferma l'agenzia di rating Fitch. I fattori che indeboliscono il governo sono, secondo l'agenzia, le "dolorose" misure di austerity da attuare insieme con le riforme strutturali e la forte opposizione parlamentare guidata dal partito di sinistra radicale Sryzia. Fitch ha inoltre sottolineato che l'esito del voto ad Atene ha portato alla decisione di rimuovere il rischio di un taglio immediato del rating dei Paesi dell'eurozona. Fitch ritiene che il ritmo di contrazione economica della Grecia "sta quasi certamente accelerando". Inoltre, "la posizione di liquidità del Paese si sta rapidamente deteriorando" e per questo c'è "urgenza di formare il nuovo governo e di riprendere le erogazioni nel quadro del programma Ue-Fmi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata