Governo, Camusso: Non vediamo cambiamento tanto annunciato

Roma, 13 set. (LaPresse) - "Non vediamo sulle cose concrete, non vediamo quel cambiamento in tanti modi annunciato. Ci sembra che si torni alle ricette che i quattro governi che abbiamo alle spalle hanno attuato per contrastare la crisi". Così la segretaria nazionale della Cgil, Susanna Camusso, parlando dal palco della festa della Cgil Roma-Lazio in piazza Farnese. "Do un suggerimento al governo - ha puntualizzato - dica al Paese che è cambiata la stagione e sul lavoro si mettono le risorse e non si tolgono". "Smettiamo di discutere su come togliere il lavoro - ha proseguito Camusso - e cominciamo a dire come lo creiamo", investendo proprio "sulla qualità del lavoro", altrimenti "questo Paese non ce la fa".

"Avrei preferito che per l'Eurogruppo - ha detto ancora la sindacalista - diventassero priorità gli investimenti. Sono sei anni che l'Unione europea dice che servono riforme. Le riforme sono state fatte ma che portino alla crescita è contraddetto dai fatti". "Il tasso di disoccupazione ha bisogno di risposte - ha spiegato la leader del sindacato - Bisogna riformare lo Statuto dei lavoratori. Decine di riforme contrattuali appalti e appendici per via legislativa hanno destrutturato il contratto. Serve una proposta che unisca il mercato del lavoro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata