Governo, Anci: Preoccupazione per gare su distribuzione gas

Roma, 30 giu. (LaPresse) - "Situazione grave e preoccupante in relazione all'assenza della proroga della scadenze della gare per l'affidamento della concessione della distribuzione del gas naturale mediante gare d'ambito". E' quanto afferma il segretario generale dell'Anci, Veronica Nicotra. "Avevamo già chiesto per iscritto - prosegue - al ministero dello Sviluppo economico, anche mediante la formulazione di una possibile proposta normativa, di intervenire affinchè nella prima disposizione normativa utile fossero prorogate le scadenze della gare in questione. Ciò è assolutamente necessario alla luce del quadro regolatorio ancora incerto e delle derivanti diverse problematiche operative".

"Verifichiamo invece - aggiunge Nicotra - che nel decreto competitività non vi è traccia di tale richiesta, peraltro già condivisa a livello tecnico e ciò crea stupore anche perchè la norma in vigore prevede sanzioni economiche, quali la diminuzione del canone concessorio comunale per gli enti 'inadempienti'. Inadempienza che però, in questo caso, è palesemente non imputabile alle amministrazioni, ma al contesto legislativo poco chiaro. Auspichiamo pertanto un rapido intervento risolutore del Governo affichè chiuda nell'immediato questa vicenda, come proposto dall'associazione. E prevedendo, su questo punto, l'eliminazione del riconoscimento tariffario, oggi ingiusto, rispetto all'incremento di canone previsto dall'articolo 46 bis del dl 159/2007 e successive modifiche".

"Quello della distribuzione del gas - conclude Nicotra - è un settore strategico e in quanto tale necessita della massima attenzione, evitando soluzioni improvvisate che fanno scontare a Comuni e cittadini errori procedurali certamente non loro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata