Google si difende al Parlamento del Regno Unito: Non aggiriamo tasse

Londra (Regno Unito), 16 mag. (LaPresse/AP) - Google si è difesa dall'accusa di elusione fiscale di fronte al Parlamento del Regno Unito. Un esecutivo del colosso di Mountain View, Matt Brittin, ha difeso la struttura della società che ha permesso a Google di pagare in tasse al governo britannico solo lo 0,1% del suo fatturato miliardario negli ultimi anni. Brittin ha spiegato ai legislatori britannici che, nonostante gli impiegati del ramo Uk del gruppo fossero impegnati nelle vendite, essi non vendevano nulla e il gruppo stava quindi pagando la sua quota equa di British corporation tax. Le transazioni venivano infatti concluse da personale fuori dal Regno Unito. La parlamentare Margaret Hodge ha accusato Google di comportamento immorale, sostenendo che "ha manipolato deliberatamente la realtà" del suo business per aggirare le tasse.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata