Giappone, Bank of Japan adotta politica monetaria aggressiva

Milano, 4 apr. (LaPresse/Finanza.com) - Nuove misure di allentamento monetario da parte della Banca centrale giapponese, che dà il via a una politica monetaria aggressiva al termine della due giorni di vertice. Come previsto da gran parte degli analisti la Bank of Japan ha detto di voler introdurre un "allentamento monetario quantitativo e qualitativo". Verranno in particolare aumentati gli interventi sui titoli di Stato del Paese fino alla stratosferica cifra di 50.000 miliardi di yen, circa 530 miliardi dollari. L'operazione riguarderà titoli di Stato di tutte le scadenze presenti sul mercato; salta quindi il limite posto precedente fissato a massimi 3 anni. Saranno incrementati anche gli acquisti di exchange-traded funds e di fondi comuni di investimento immobiliare. La decisione ha messo le ali agli indici nipponici. La Borsa di Tokyo ha chiuso in forte rialzo del 2,2% a 12.634,54 punti. Dopo la prima riunione da lui presieduta il nuovo governatore della Bank of Japan, Haruhiko Kuroda, ha spiegato di ritenere che le misure annunciate oggi dall'istituto centrale serviranno a raggiungere l'obiettivo di inflazione al 2 per cento entro due anni. "L'approccio precedente di allentamento incrementale - ha rimarcato Kuroda nella conferenza stampa a margine del meeting della BoJ - non è stato sufficiente per tirare fuori il Giappone dalla deflazione. Questa volta, abbiamo preso tutte le misure necessarie per raggiungere l'obiettivo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata