Generali: Nel primo trimestre utile netto 603 mln, patrimonio cala

Milano, 10 mag. (LaPresse) - Il risultato operativo di Generali nel primo trimestre è stato di oltre 1,3 miliardi (+8%) con una forte crescita del segmento danni (+26,6%). L'utile netto sale a 603 mln (+6,3%). Nel ramo vita solida profittabilità con risultato operativo a 797 mln (-2,6%), anche in difficile contesto economico-finanziario Raccolta netta vita cresce a Ç 2,9 mld (Ç 760 mln 1Q12). I premi lordi del ramo vita scendono a 12,3 mld (-4,7%, Ç 12,8 mld 1Q12) con elevati margini sulla nuova produzione Nbm al 20,9% (20,8% 1Q12). Nel ramo danni risultato operativo a 520 mln (+26,6%), in crescita in tutti i principali mercati. Migliora la redditività tecnica, con combined ratio a 93,6% (-1,8 p.p.). I premi lordi danni sono in crescita a 6,9 mld (+1,5%) con il contributo sia del business Non Auto (+1,8%) che Auto (+0,7%). Il patrimonio netto è a 18,8 mld (-1,2%) con indice di Solvency I al 138% (145% a inizio 2013), anche dopo operazione GPH. A fine aprile Solvency 1 a 145%.

Commentando i risultati del primo trimestre, il Ceo di Generali Mario Greco ha dichiarato: "In questo trimestre abbiamo realizzato il miglior risultato operativo degli ultimi 4 anni, grazie ad un'eccellente performance nel danni e a un solido business vita, che riflette il focus sulla profittabilità della nostra raccolta. Stiamo facendo progressi importanti nel realizzare le azioni finalizzate a trasformare il nostro business". In questi mesi, spiega Greco, Generali ha "compiuto passi significativi per raggiungere i nostri obiettivi strategici, come l'acquisto della prima tranche di Gph nell'Europa centro-orientale, il collocamento del 12% di Banca Generali e l'avvio della business unit Corporate & Commercial, che ci permetterà di crescere in questo segmento. Siamo all'inizio del nostro cammino e ben posizionati per raggiungere i nostri obiettivi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata