Ge, utile II trimestre +13% a 3,55 mld dollari, ricavi +3,2%

New York (New York, Usa), 18 lug. (LaPresse/AP) - L'utile netto di General Electric è aumentato del 13% nel secondo trimestre del 2014, rispetto agli stessi tre mesi del 2013. Il profitto è stato pari a 3,55 miliardi di dollari, o 35 centesimi per azione, a fronte dei 3,13 miliardi, o 30 centesimi per azione, di un anno prima. L'utile rettificato si è attestato a 39 centesimi per azione, in linea con le attese degli analisti. I ricavi sono saliti del 3,2% a 36,23 miliardi di dollari, dai 35,12 miliardi dello stesso trimestre di un anno fa. Wall Street aveva pronosticato 36,26 miliardi di dollari di fatturato. I ricavi della divisione industriale, che escludono il braccio finanziario di Ge, sono balzati del 7% su anno. Il colosso energetico Usa ha annunciato che il suo piano per lo spin off del business delle carte di credito è previsto con una Ipo alla fine di luglio. La società scorporata si chiamerà Synchrony finanziaria e, attraverso l'offerta del 15% a Wall Street, Ge punta a incassare 3,1 miliardi di dollari. Synchrony avrebbe un valore di mercato di 20,7 miliardi di dollari. Ge ha inoltre sottolineato che il suo piano di acquisizione delle operazioni energetiche della francese Alstom per 17 miliardi di dollari resta sulla buona strada per essere chiuso entro l'anno prossimo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata