G20 e Fmi: Necessario stimolare crescita

Los Cabos (Messico), 19 giu. (LaPresse/AP) - Stimolare la crescita e promuovere il lavoro. Sono questi gli obiettivi tracciati dai leader del G20, delineati nel 'Los Cabos Growth and Jobs Action Plan', bozza conclusiva del vertice che si tiene in Messico ottenuta da Associated Press.

PIANO CRESCITA E LAVORO

"Una crescita forte, sostenibile ed equilibrata rimane la massima priorità del G20, perché porta alla creazione di un maggior numero di posti di lavoro e aumenta il benessere delle persone in tutto il mondo", si legge nel rapporto. In particolare, per fronteggiare la crisi in Europa, "i membri del G20 che fanno parte dell'eurozona prenderanno tutte le misure necessarie per proteggere l'integrità e la stabilità dell'area". Tra queste, non è escluso l'aumento della spesa pubblica e i Paesi che hanno le risorse "sono pronti" a prendere azioni fiscali. Secondo i leader presenti in Messico, altro imperativo è "rompere il circolo vizioso fra debito degli Stati e banche". Il linguaggio usato nel comunicato sembra mirato ad allentare le tensioni legate alla crisi del debito in Spagna e a rassicurare gli investitori, che temono che il governo di Madrid dovrà ripagare il salvataggio concesso alle banche spagnole.

G20: BENE CINA E ARABIA SAUDITA

Nella bozza vengono elogiate le misure intraprese da Cina e Arabia Saudita, per quanto riguarda rispettivamente le politiche valutarie e petrolifere. "Accogliamo con favore l'impegno da parte della Cina di permettere alle forze del mercato di svolgere un ruolo maggiore nel determinare i movimenti" della valuta cinese, è il messaggio rivolto a Pechino. Simili i commenti in riferimento all'impegno del governo saudita a prevenire un aumento troppo forte del prezzo del greggio tramite un potenziamento della produzione: "Accogliamo con favore la disponibilità dell'Arabia Saudita a ricorrere, se necessario, alle riserve esistenti per garantire una fornitura adeguata" di petrolio.

FMI GARANTISCE 456 FONDI FIREWALL E AVVISA SU NECESSITA' DI PROMUOVERE CRESCITA

Simile il messaggio lanciato dal Fondo monetario internazionale. "Promuovere la crescita è sempre importante, nella zona euro è diventato urgente", è quanto comunica in un rapporto informativo diffuso ieri sera. Per questo la relazione sottolinea come sia improbabile he l'Europa risolva i problemi di bilancio senza una maggiore attenzione alle politiche in tal direzione. I governi europei, si legge ancora, dovrebbero rendere più facile assumere e licenziare i lavoratori, semplificare le regolamentazioni governative sull'economia e rendere più facile ai lavoratori trasferirsi in altri Paesi europei. Simili riforme, sostiene l'Fmi, potrebbero far aumentare la crescita nella regione del 4,5% nei prossimi 5 anni.

Da parte sua il Fondo ha assicurato l'aumento dei fondi firewall fino a 456 miliardi di euro, contro i 430 garantiti nel vertice di aprile. I Paesi dell'eurozona hanno garantito circa 200 miliardi, il Giappone 60. Anche i Paesi in via di sviluppo contribuiranno ma Brasile, Russia, India e Cina hanno tuttavia sottolineato che elargiranno i contributi se l'Fmi darà loro più voce in capitolo in merito alle decisioni del Fondo stesso.


ANONYMOUS ATTACCA I SITI WEB DEL VERTICE

I principali siti web del vertice, www.g20.org e www.g20mexico.org, sono stati fuori servizio per gran parte del pomeriggio locale di ieri, apparentemente in seguito all'attacco di hacker contrari alla conferenza economica internazionale. Sul proprio account Twitter, il gruppo Anonymous Hispano ha scritto nel primo pomeriggio: "Solo pochi minuti all'inizio del (hash)g20". Poco tempo dopo, un altro messaggio sul G20 da parte del gruppo diceva che i leader presenti "sono responsabili in gran parte per la povertà del mondo". Arrivavano quindi le segnalazioni di collegarsi ai siti del summit. Altri gruppi legati ad Anonymous hanno poi bloccato, fra gli altri, i siti web dei governi di Russia e Brasile. Il ministero delle Relazioni estere messicano, che sovrintende al vertice, non ha voluto fare commenti. Un post su un blog firmato da Anonymous Hispano ha condannato quelle che sono state definite le enormi spese che si fanno per organizzare vertici come il G20. "Abbiamo bisogno di cambiamenti nelle politiche economiche che diano benefici alla popolazione nell'ambito di istruzione, salute e agricoltura", si legge nel post.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata