Fusione Yoox e The Net-a-porter, Lapo Elkann: Esempio di successo italiano

Milano, 5 ott. (LaPresse) - Dalle ore 00:01 di oggi è efficace la fusione tra Yoox e The Net-a-porter. Nasce così il leader globale nel luxury fashion e-commerce Ynap e sede societaria a Milano. Da oggi decorrono altresì gli effetti giuridici, contabili e fiscali dell'operazione. A servizio del rapporto di cambio di fusione, il capitale sociale di Yoox è stato aumentato per un importo complessivo di nominali 655.995,97 euro tramite l'emissione di 65.599.597 azioni prive del valore nominale in favore di Richemont Holdings (Uk) Limited, di cui 20.693.964 ordinarie e 44.905.633 prive del diritto di voto. Per effetto della fusione, il capitale sociale è pari a 1.277.339,29 euro, rappresentato da 127.733.929 azioni prive di indicazione del valore nominale, di cui 82.828.296 ordinarie e 44.905.633 Azioni B. A partire dalle ore 9 di oggi, le azioni ordinarie di nuova emissione verranno ammesse a quotazione sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana, al pari delle azioni ordinarie Yoox in circolazione al momento della loro emissione. Ynap risulta avere una capitalizzazione di mercato pari a Euro 3,6 miliardi.

"E' un esempio di successo italiano di cui dobbiamo essere fieri. Dimostra che l'Italia non è solo forte sul soft, ma anche sull'hard. Questa è una piattaforma tecnologica, come Ducati, o Ferrari". Così definisce questa innovazione Lapo Elkann.

"A marzo, annunciando la fusione, abbiamo detto di aspettarci sinergie al terzo anno per 60 milioni di euro in termini di Ebitda. Penso che siamo stati conservativi con quella stima" ha invece dichiarato Federico Marchetti, ceo di Yoox Net-a-Porter "Faremo un piano industriale tra la primavera e l'estate del 2016, con le linee guida strategiche per i prossimi 5 anni. Il primo anno veramente integrato sarà il 2018, comunque le sinergie si vedranno già dall'anno prossimo. I team delle due aziende sono al lavoro su questo tema dal giorno in cui è stata annunciata la fusione", ha sottolineato Marchetti.

"Ci stiamo riflettendo, da tutti i punti di vista. Ma in questo momento non è la priorità numero uno. Ci sarà un'assemblea entro fine 2015". Così Federico Marchetti, ceo di Yoox Net-a-Porter, ha poi risposto ai cronisti che chiedevano se fossero già state prese decisioni in merito alla presidenza della società, che ha debuttato oggi a Piazza Affari. "Al momento un presidente c'è, si tratta di Raffaello Napoleone", ha sottolineato.

"Per noi la Cina sta andando molto bene: abbiamo una crescita 'triple-digit'. Questo dimostra che lusso fisico e lusso online sono due mercati molto diversi. C'è un grande boom di internet, in Cina", ha evidenziato Marchetti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata