Fs, Trenitalia: Eventuale abbonamento treno+bici spetta a Regioni

Roma, 16 gen. (LaPresse) - "La decisione di un eventuale abbonamento treno più bici sui convogli regionali spetta alle Regioni e non a Trenitalia". Lo riferisce in una nota la società di Ferrovie dello Stato. "Ciascuna Regione infatti, nell'ambito del contratto di servizio con le imprese ferroviarie, può autonomamente stabilire anche l'introduzione di forme di abbonamento particolari per i servizi di propria competenza, incluso quello che prevede il trasporto delle bici a bordo dei treni regionali", prosegue Trenitalia. "Nulla - spiega ancora - preclude quindi l'autonoma scelta delle singole Regioni di stabilire forme di abbonamento o altre agevolazioni per il trasporto delle biciclette sostenendone il costo".

Trenitalia evidenzia che "i servizi di trasporto regionale sono da molti anni gestiti dalle Regioni che, attraverso il contratto di servizio stipulato con l'affidatario del servizio, ne stabiliscono la programmazione e quindi i treni da effettuare, le relazioni da servire, la frequenza e gli orari, nonché i prezzi di abbonamenti e biglietti. Otre alle eventuali agevolazioni, a fronte di un corrispettivo destinato a coprire la differenza tra i costi di produzione e i ricavi da traffico". Trenitalia gestisce solo una parte del servizio di trasporto pubblico locale su ferro: infatti, secondo i dati recentemente diffusi da Legambiente (rapporto 'Pendolaria 2014'), in Italia, mediamente, si servono complessivamente dei treni locali per i loro spostamenti, circa 2,8 milioni di viaggiatori al giorno; di questi, solo poco più di 1,5 milioni (circa il 53%) utilizzano i servizi erogati direttamente da Trenitalia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata