Ford,utile IV trimestre vola a 13,62 mld dollari per effetti contabili

Deaborn (Michigan, Usa), 27 gen. (LaPresse/AP) - Balzo dell'utile per Ford, aiutata nel 2011 più da effetti contabili che dalle vendite. Nel quarto trimestre la casa automobilistica statunitense ha registrato un profitto pari a 13,62 miliardi di dollari, o 3,4 dollari per azione, dovuto in gran parte alla decisione di conteggiare, adesso che sono diventati redditizi, crediti di imposta e altri asset per 15,7 miliardi di dollari accumulati dal 2006. Nello stesso trimestre dell'esercizio 2010 Ford aveva registrato un utile di 190 milioni di dollari o 5 centesimi per azione. Esclusi gli effetti contabili, per il periodo ottobre-dicembre 2011 il gruppo ha realizzato un profitto di 20 centesimi per azione, sotto le stime degli annalisti che si attendevano un risultato netto a 25 centesimi per azione. I ricavi di Ford sono saliti del 6% a 34,6 miliardi di dollari, mentre l'utile operativo del Nord America è aumentato del 33% a 889 milioni dollari. La compagnia ha perso però denaro in Europa e in Asia, a causa della crisi del debito e delle inondazioni in Thailandia. Ford ha annunciato un taglio della produzione di 36mila veicoli nel primo trimestre 2012 per la debolezza del mercato, aumentando tuttavia di 18mila unità quella destinata al Nord America. Nell'intero esercizio 2011 Ford ha guadagnato 20,2 miliardi di dollari, o 4,94 dollari per azione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata