Fmi taglia stime Pil Italia al +0,4% nel 2015. Bene Usa, rallenta Cina

Roma, 20 gen. (LaPresse) - L'Italia resterà fanalino di coda del G7 anche nel 2015. È quanto emerge dal World Economic Outlook dell'Fmi, aggiornato nella notte, secondo cui il Pil italiano crescerà dello 0,4% nel 2015 e dello 0,8% nel 2016. Riviste quindi al ribasso le stime dai precedenti +0,9% e +1,3% rispettivi previsti a ottobre. Il Fondo rileva che nel 2014 il Pil italiano dovrebbe essersi contratto dello 0,4%.

Tagliate anche le stime sulla crescita globale, che dovrebbe "aumentare moderatamente" nel biennio 2015-2016, diminuendo dello 0,3% rispetto alle precedenti stime, che diventano rispettivamente del +3,5% e del +3,7%. Per il 2014 il Fondo vede una crescita del 3,3%. Così come tagliate quelle relative all'eurozona, il cui Pil dovrebbe espandersi secondo il Fondo dell'1,2% nel 2015 e dell'1,4% nel 2016, a fronte dei rispettivi +1,4% e +1,7% stimati a ottobre.

Più positive le previsioni sull'economia statunitense che nel prossimo biennio dovrebbe fare da traino alla ripresa delle economie avanzate, con un Pil che crescerà del 3,6% nel 2015 e del 3,3% nel 2016, dopo il +2,4% previsto per l'anno appena concluso. A ottobre l'Fmi aveva stimato per il Pil di Washington una crescita del +3,1% e del +3,0%. Tra i fattori di spinta rilevati dal Fondo si elencano la domanda domestica "supportata dal calo del petrolio", un aggiustamento fiscale "più moderato" e ancora il supporto da "una politica monetaria accomodante, nonostante il progetto di un graduale rialzo dei tassi di interesse". Il Fmi vede come unica criticità un possibile calo dell'export per l'apprezzamento del dollaro".

Rallenta invece la Cina che, data sotto al 7% annuo. Un dato che, secondo l'Fmi avrà "importanti impatti" sull'Asia. Il Pil del colosso asiatico è dato al +6,8% nel 2015 (-0,3 punti percentuali) e al +6,3% nel 2016 (-0,5 p.p.). Per quanto riguarda l'India, altra economia sistemica per l'Asia, il Fmi stima un aumento del Pil del 6,3% nel 2015 (-0,1 p.p.) e del 6,5% l'anno prossimo (stima invariata).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata