Fmi: Serve azione Ue più forte per riconquistare fiducia mercati

Washington (Usa), 15 mar. (LaPresse/AP) - "La stabilità finanziaria non è stata ancora assicurata". Lo scrive il Fondo monetario internazionale nel suo rapporto sulla Stabilità del sistema finanziario europeo. In alcuni Stati Ue, prosegue il Fondo, "rimangono debolezze". Per questo, afferma il Fmi, "nel breve termine è necessaria un'azione più forte per riconquistare la fiducia dei mercati e mettere fine alla crisi". Le banche europee sono ancora fragili e l'Ue deve proseguire nel loro rafforzamento, sottolinea il Fmi, secondo il quale gli istituti di credito stanno ancora lottando per ottenere la liquidità necessaria per finanziare l'attività quotidiana, gli investitori sono diffidenti e gli istituti di credito pagano la crescita stagnante nella gran parte dei Paesi Ue. Il Fmi sottolinea come sia necessario recidere il legame tra banche e governi. Inoltre l'organizzazione internazionale con sede a Washington spinge affinché il meccanismo di supervisione unico vada oltre a quello studiato finora e che finirà nel perimetro della Bce. Infatti il Fondo ritiene che sia necessario arrivare il prima possibile a un sistema unico di risoluzione bancaria e creare le condizione affinché il fondo di salvataggio europeo Esm possa prestare denaro direttamente agli istituti di credito. Il Fmi crede che il meccanismo di vigilanza debba essere in funzione già da giugno con la possibilità di supervisionare i bilanci di tutte le banche. Infine il Fondo lancia l'allarme sul settore assicurativo europeo. "La solvibilità è sotto pressione per i bassi rendimenti e l'economia stagnante", si legge nel rapporto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata