Fisco, Padoan: Lotta a evasione per taglio tasse ed equità sociale

Roma, 27 nov. (LaPresse) - "In Italia l'evasione fiscale sottrae all'erario risorse ingenti. Queste risorse potrebbero essere utilizzare dallo Stato per migliorare il bilancio pubblico, per ridurre la pressione fiscale e per perseguire obiettivi di equità sociale". Così il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan ,nel corso del suo intervento alla cerimonia di inaugurazione dell'anno di studi 2014/2015 della Scuola di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza a Ostia rivolgendosi agli allievi della scuola.

"Nel disegno di legge di stabilità 2015, attualmente in discussione alla Camera dei deputati - ha aggiunto - sono contemplati interventi di contrasto all'evasione che consentiranno di recuperare risorse per circa 3,5 miliardi di aggiuntivi rispetto al 2014" ha ribadito il ministro. Inoltre, Padoan ha ricordato che "l'evasione non danneggia soltanto la sfera pubblica: distorce anche il funzionamento del mercato, perché pone i contribuenti onesti in una condizione sfavorevole rispetto agli evasori e impedisce l'allocazione ottimale delle risorse". E ancora: "L'evasione - ha aggiunto - è collegata alla corruzione e alle attività economiche svolte dalla criminalità organizzata".

L'obiettivo è quello di "migliorare la cooperazione tra contribuenti e amministrazione fiscale per incentivare l'adempimento spontaneo agli obblighi tributari". "È un risultato al quale si può giungere - ha aggiunto - attraverso incentivi che facciano emergere reddito imponibile e prassi innovative dell'amministrazione finanziaria".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata