Fisco, Ocse: Prime indicazioni a G20 per stop elusione imprese

Parigi (Francia), 16 set. (LaPresse) - L'Ocse ha pubblicato le prime raccomandazioni per la lotta all'ottimizzazione fiscale delle multinazionali a seguito dell'accordo raggiunto con il G20. Il documento sarà recepito come ordine del giorno al prossimo meeting dei ministri delle Finanze delle principali economie globali del 20-21 settembre in Australia e presenta 7 dei 15 elementi chiave, da affrontare entro il 2015, per un approccio internazionale coordinato per combattere la pratica delle imprese globali che evadono o eludono le tasse. Il segretario generale dell'Ocse, Angel Gurria, spiega che "il G20 ha ritenuto l'erosione dell'imponibile con lo spostamento del profitto come una grave rischio per il gettito fiscale, per la sovranità e per il raggiungimenti di sistemi fiscali equi in tutto il mondo".

"Le nostre raccomandazioni - aggiunge Gurria - rappresentano gli elementi costitutivi di una risposta concordata a livello internazionale e coordinata a strategie di pianificazione delle imposte sulle società che sfruttano le lacune e le scappatoie del sistema attuale con lo spostamento artificioso dei profitti nei luoghi in cui essi sono soggetti ad un trattamento fiscale più favorevole". Ecco le 7 raccomandazioni dell'Ocse: assicurare la coerenza della tassazione del reddito d'impresa neutralizzando le modalità ibride; riallineare la tassazione e prevenire gli abusi dei trattati fiscali; assicurare che il trasferimento dei risultati sia in linea con la creazione di valore, attraverso azioni volte ad affrontare questioni relative al pricing del settore chiave dei beni intangibili; migliorare la trasparenza delle amministrazioni fiscali migliorando la documentazione del pricing nei trasferimenti da Paese a Paese; affrontare le sfide poste dall'economia digitale; sviluppare uno strumento multilaterale per modificare rapidamente i trattati fiscali bilaterali; conteggiare le pratiche fiscali dannose. Il nome del programma frutto dell'accordo tra Ocse e G20 è 'Base Erosion and Profit Shifting Project' (BEPS).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata