Fisco, gettito 2011 a 411,79 mld (+1,2%), bene lotta evasione

Roma, 5 mar. (LaPresse) - Le entrate tributarie sono cresciute nel 2011 dell'1,2% a 411,79 miliardi di euro. Lo comunica il Dipartimento delle Finanze del ministero dell'Economia. Rispetto al 2010 le entrate sono state maggiori per 4,823 miliardi. Il gettito da imposte dirette è cresciuto dello 0,2% a 218,424 miliardi di euro, mentre per le indirette l'incremento è stato del 2,3% a 193,366 miliardi.

Bene anche il recupero dall'evasione fiscale. Il 2011 si chiude con "un risultato particolarmente positivo degli incassi da ruoli relativi ad attività di accertamento e controllo che, con riferimento alle sole entrate tributarie del bilancio dello Stato, hanno fatto registrare incassi per 7.361 milioni (+1.361 milioni di euro, pari a +22,7%)", spiega il ministero.

Secondo via XX Settembre, la crisi ha pesato sulle entrate tributarie 2011. Il Diparimento delle Finanze afferma che nel 2011 si è interrotta la ripresa ciclica iniziata nell'estate del 2009" e che "a partire dalla seconda metà dell'anno il peggioramento del quadro congiunturale dell'economia italiana, conseguente all'aggravarsi della crisi del debito sovrano, ha determinato un'attenuazione del ritmo sostenuto di crescita delle entrate tributarie registrato nei primi mesi dell'anno, in parte compensato dagli effetti delle misure delle manovre correttive di finanza pubblica varate a partire dall'estate".

Le entrate totali del 2011 relative ai giochi (che includono varie imposte classificate sia come entrate erariali dirette sia indirette), si sono attestate a 13,734 miliardi di euro (+1.064 milioni, pari a +8,4% rispetto al 2010). Solo le imposte indirette il gettito delle attività da gioco (lotto, lotterie e delle altre attività di gioco) è di 13,226 miliardi di euro (+1.209 milioni, pari a +10,1%).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata