Fisco, Equitalia: Nel 2014 riscossi oltre 7,4 mld (+4%)

Roma, 5 gen. (LaPresse) - Equitalia ha riscosso nel 2014 oltre 7,4 miliardi di euro per conto degli enti creditori (Agenzia delle Entrate, Inps, enti locali, ecc.), con un incremento di circa il 4% rispetto ai 7,1 miliardi del 2013. Lo riferisce la società di ricossione, che ha diffuso i dati preliminari al 31 dicembre che saranno consolidati nei prossimi giorni. Equitalia sottolinea inoltre che "rilevante è stata l'azione di recupero delle somme dovute dai grandi debitori". Inoltre, spiega la società, "le azioni di efficientamento realizzate hanno contribuito a mantenere l'equilibrio della gestione" nel corso dell'anno, permettendo di chiudere i primi nove mesi del 2014 con un risultato netto positivo di circa 10 milioni di euro.

La somma riscossa riguarda tributi, contributi e sanzioni arretrati, cioè non pagati dai contribuenti nei tempi e nei modi previsti dalla legge e per i quali gli enti pubblici creditori hanno chiesto a Equitalia di inviare le cartelle di pagamento. La società evidenzia come la situazione economico-patrimoniale del gruppo al 30 settembre 2014 confermi "l'andamento positivo già registrato negli ultimi anni". Benedetto Mineo, amministratore delegato di Equitalia, dichiara che "nel 2014 la società ha incrementato i volumi di riscossione, invertendo la tendenza degli ultimi anni in cui si era registrato un andamento in flessione, e ha proseguito sulla strada della semplificazione e del dialogo con i contribuenti". "Nell'anno appena - prosegue Mineo - cominciato cercheremo di ampliare ulteriormente la nostra capacità di assistenza ai contribuenti in difficoltà e realizzeremo, in sinergia con i principali enti accertatori, azioni di riscossione ancora più mirate verso i grandi debitori che sottraggono al fisco ingenti risorse a danno di tutta la collettività". A fronte della riduzione dei costi Equitalia ha incrementato la propria attività di assistenza nei confronti dei contribuenti. Nell'anno appena concluso Equitalia ha ampliato la rete degli 'Sportelli amico', punti d'ascolto specializzati nella gestione delle problematiche dei contribuenti in particolare difficoltà. Contestualmente è aumentata la gamma dei servizi a disposizione di cittadini e imprese, con particolare attenzione all'utilizzo dei canali online.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata