Finmeccanica, S&P taglia rating, ma gruppo determinato su dismissioni

Roma, 18 gen. (LaPresse) - Standard & Poor's ha tagliato il rating di Finmeccanica portandolo da BBB- con outlook negativo a BB+ con outlook stabile, "principalmente a causa del prolungarsi dei tempi relativi all'esecuzione del piano di dismissioni". E' quanto si legge in una nota. Finmeccanica ha risposto tuttavia che è "determinata nel proseguimento del proprio piano di ristrutturazione e nell'esecuzione tempestiva del piano di dismissioni, che contribuiranno a rafforzare ulteriormente la struttura finanziaria, a ridurre il livello di indebitamento, a migliorare la competitività sui mercati e a sostenere le performance future del core business". Il piano industriale di Finmeccanica, si legge nella nota del gruppo, "è supportato da una solida struttura finanziaria, con una durata media del debito residuo di oltre 10 anni, una robusta liquidità e l'assenza di significative necessità di rifinanziamento sul mercato obbligazionario fino alla fine del 2017". La decisione di Standard & Poor's, spiega Finmeccanica, "non modifica le condizioni degli strumenti di finanziamento in essere" e "l'andamento del gruppo è in linea con gli obiettivi finanziari comunicati al mercato". Finmeccanica riconferma gli obiettivi previsti per il 2012: ricavi compresi tra 16,9 e 17,3 miliardi di euro, Ebita pari a circa 1,1 miliardi e Focf (Free Operating Cash Flow) positivo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata