Finmeccanica, Cameron in imbarazzo in India: Indagheremo con New Delhi

New Delhi (India), 19 feb. (LaPresse/AP) - India e Gran Bretagna indagheranno insieme sul caso di presunta corruzione nell'ambito della commessa da circa 560 milioni di euro per i 12 elicotteri AgustaWestland. A darne l'annuncio in un incontro con i giornalisti a New Delhi sono stati il premier britannico, David Cameron, e il suo omologo indiano, Manmohan Singh, il quale ha espresso "grande preoccupazione" per il caso che coinvolge la controllata britannica di Finmeccanica e per cui in Italia è stato arrestato l'ex presidente del colosso italiano, Giuseppe Orsi. La questione ha rischiato di oscurare la visita in India di Cameron, che ha spiegato ai giornalisti che "in Gran Bretagna abbiamo introdotto una severa legislazione anti-corruzione, probabilmente la più severa del mondo, che ci permetterà di sradicare qualsiasi caso di abuso d'ufficio e corruzione ovunque si annidino e ogni volta che si manifestano". Il premier Britannico è stato in India per rafforzare i legami economici tra Londra e New Delhi, accompagnato da una nutrita delegazione di uomini d'affari britannici. Cameron ha spiegato che tra i due Paesi si svilupperà un interscambio pari a 23 miliardi di sterline entro il 2015.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata