Finmeccanica, a Pansa indennità di uscita da 5,45 mln

Roma, 16 mag. (LaPresse) - Il consiglio di amministrazione di Finmeccanica ha attribuito all'amministratore delegato uscente, Alessandro Pansa, un'indennità compensativa e risarcitoria di 5 milioni 450mila euro, oltre alle competenze di fine rapporto e di quanto spettante in relazione ai diritti maturati nell'ambito della partecipazione ai piani di incentivazione a breve e mediolungo termine nel corso del 2013 da erogare per cassa. Lo comunica Finmeccanica in una nota. A tale indennità - spiega il gruppo di Piazza Monte Grappa - si aggiunge un importo di 80mila euro, a fronte di rinunce specifiche effettuate dal dottor Pansa nell'ambito della risoluzione del rapporto. Gli importi saranno erogati entro trenta giorni dalla formalizzazione degli atti di cessazione del rapporto. Non è previsto alcun vincolo di non concorrenza successivo alla cessazione del rapporto e, pertanto, nessun corrispettivo sarà dovuto a tale titolo. Non è previsto il mantenimento di benefici economici successivamente alla risoluzione del rapporto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata