FinecoBank: utile netto balza del 29,4% a 47,8 milioni nel I trimestre
(Finanza.com) FinecoBank ha chiuso il primo trimestre del 2015 con un utile netto in crescita del 29,4% a 47,8 milioni di euro rispetto ai 36,9 milioni dell'analogo periodo dell'anno scorso (+17,6% rispetto al quarto trimestre 2014), grazie principalmente all'incremento delle commissioni nette e al risultato di negoziazione, ha spiegato la società in una nota. Il margine d'interesse si è attestato a 57,6 milioni, sostanzialmente invariato rispetto al primo trimestre 2014 (+3% rispetto al quarto trimestre del 2014), in scia all'incremento dei volumi e alla riduzione del costo della raccolta, che ha compensato la discesa dei tassi di mercato. Le commissioni nette sono state pari a 61,7 milioni e hanno registrato una crescita del 29,3% rispetto a un anno fa. I ricavi totali hanno raggiunto livelli record nel trimestre e sono cresciuti a 136,7 milioni, in aumento del 20,9% rispetto ai 113,1 milioni riportati nei primi tre mesi del 2014 e del 16% rispetto all'ultimo trimestre 2014. Nei primi tre mesi del 2015, Fineco ha registrato un ulteriore rafforzamento dei propri coefficienti patrimoniali: il CET1 ratio (transitional) si colloca a 19,38% al 31 marzo 2015. Alessandro Foti, amministratore delegato e direttore generale di FinecoBank, ha dichiarato: “Abbiamo chiuso i primi tre mesi del 2015 con dei risultati davvero importanti e di grande qualità, che ancora una volta premiano il nostro modello di business unico, che combina una piattaforma digitale efficiente con un grande network di consulenti finanziari. Risultati supportati dalla crescente digitalizzazione e da un cambio di approccio dei risparmiatori, sempre più alla ricerca di consulenza qualificata e di diversificazione. Siamo convinti che siano il frutto del riconoscimento da parte dei nostri clienti, che sempre di più credono nel nostro impegno nell'offrire servizi efficienti, innovativi, all'insegna della massima trasparenza”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata