Fincantieri, esordio piatto in Borsa. Bono: Faremo crescere valore azionisti

Milano, 3 lug. (LaPresse) - E' il giorno dell'esordio in Borsa per Fincantieri, il colosso dei cantieri navali, che ha aperto le quotazioni sostanzialmente piatta, con un prezzo di 0,78 euro, al momento piuttosto stabile. "Useremo i 350 milioni ottenuti da questa quotazione per far crescere il valore in mano agli azionisti", ha spiegato Giuseppe Bono, a.d. di Fincantieri. "Questa era una quotazione prevalentemente retail, lo sapevamo", ha aggiunto, rispondendo a chi gli chiedeva perché i fondi istituzionali abbiano aderito marginalmente all'offerta. "Nel nostro parterre di istituzionali - ha detto Bono - ci sono investitori di primo piano, tutti quelli con cui abbiamo parlato sono rimasti colpiti da un'azienda che nessuno conosceva, poi se non hanno investito, vuol dire che d'ora in poi dovranno pagare".

"Questa è l'unica Ipo industriale in Europa, l'economia reale è più difficile da capire, la finanza è complicata e veloce" ha aggiunto Bono. "In Borsa è pieno di azioni che sono entrate sul mercato durante una bolla e non hanno mai distribuito un dividendo" ha proseguito l'a.d. di Fincantieri, che ha definito la quotazione "una nuova sfida". Bono ha anche ricordato "come due anni e mezzo fa, erano tutti contenti nel dire che Fincantieri era fallita, e invece oggi andiamo in Borsa".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata