Fiat: tiene sempre banco l'ipotesi di fusione con Chrysler, titolo positivo a Piazza Affari
(Finanza.com) La fusione tra Fiat e Chrysler e il riposizionamento del gruppo sulle auto di categoria medio-alta saranno finalizzati entro giugno 2014, quando cadrà il decimo anniversario dell'insediamento di Sergio Marchionne alla guida del Lingotto. E' quanto scrive questa mattina Affari & Finanza de La Repubblica, aggiungendo che entro la fine dell'anno la società auto torinese potrebbe decidere quali modelli verranno prodotti a Mirafiori e Cassino. Il principale ostacolo alla fusione con Chrysler, che secondo Banca Imi potrebbe permettere al Lingotto di accedere alla cassa di Detroit, è la sorte del 41,5% del gruppo Usa in mano a Veba, il fondo pensionistico del sindacato americano delle quattro ruote. Dopo che la Corte del Delaware stabilirà il prezzo di questo pacchetto, la situazione si farà più chiara per la fusione Fiat-Chrysler. A Piazza Affari il titolo Fiat mostra un progresso dello 0,40% a 4,462 euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata