Fiat: Recessi per 463.6 milioni, la fusione con Chrysler va avanti

Milano, 4 set. (LaPresse) - In una nota diffusa stamane, Fiat in forma che il diritto di recesso alla fusione in Fca con Chrysler è stato esercitato nell'assemblea degli azionisti dello scorso 1 agosto per 60.002.027 azioni, per un controvalore di 463.635.662,63 euro, quindi meno del tetto di 500 milioni che avrebbe portato all'annullamento in questi termini della fusione. Le stesse azioni da domani al 6 ottobre saranno offerte in opzione agli azionisti Fiat. Se non dovessero essere acquistate tutte le azioni, la Fiat provvederà ad un collocamento della durata di 6 mesi, se poi ancora non fossero tutte acquistate toccherà ad Fca acquistarle. Venerdì scorso Fiat aveva già comunicato che non si sarebbe superata la soglia di controvalore di 500 milioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata