Fiat, Marchionne: Colloqui avanti con Veba, abbiamo liquidità

Venezia, 7 giu. (LaPresse) - "E' inesatta" la notizia che la Fiat starebbe negoziando un prestito con le banche da 10 miliardi di dollari per acquistare la quota di Chrysler in mano al fondo Veba. Lo ha detto l'a.d. del Lingotto, Sergio Marchionne. "Abbiamo abbastanza liquidità - ha aggiunto - 21 miliardi cash". Marchionne ha spiegato che "continuano le trattative con Veba, non so se arriveremo a un accordo" prima della sentenza del Delaware. Marchionne, a Venezia per il Consiglio per le relazioni Italia-Usa da lui presieduto, ha sottolineato l'ordinarietà dei suoi dialoghi con gli istituti di credito. "Io parlo continuamente con le banche - ha detto - c'è un dialogo su tantissime cose". Indiscrezioni dei giorni scorsi hanno sostenuto che Fiat starebbe trattando con Bank of America, Deutsche Bank, BNP Paribas e Goldman Sachs per completare l'acquisto della casa di Detroit.

Marchionne ha aggiunto che "abbiamo preso l'impegno di costruire una base di occupazione che sia decente in questo Paese, ma l'impegno in questa direzione deve essere di tutti". L'ad ha aggiunto che Fiat sta sostenendo il Paese "anche con la forza del gruppo che abbiamo al di fuori dell'Italia e questo ci darà possibilità". Per il numero uno del Lingotto, "sono sempre stato convinto che in questi momenti ci sono grandissima opportunità per portare avanti un discorso di espansione di attività". "Bisogna - ha concluso - rendersi conto che in questo momento l'Italia non è un mercato su cui concentrarci, non come mercato di consumi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata