Fiat: Azienda si riserva ricorso a Cassazione su sentenza Pomigliano

Torino, 19 ott. (LaPresse) - "L'azienda ha avviato un accurato esame delle motivazioni della sentenza e si riserva ogni tipo di iniziativa legale di opposizione, incluso il ricorso alla Corte di Cassazione". Così la Fiat in merito alla decisione della Corte d'Appello di Roma che ha respinto il ricorso dell'azienda rispetto alla sentenza di primo grado che ha condannato il Lingotto ad assumere 145 iscritti Fiom nello stabilimento di Pomigliano d'Arco. La Fiat, spiega il comunicato, "prende atto del dispositivo della sentenza della Corte d'Appello di Roma con cui respinge il suo ricorso avverso alla sentenza del Tribunale di Roma del 21 giugno scorso. FIP di Pomigliano d'Arco in ordine alle potenziali conseguenze di tale provvedimento non può che richiamarsi a quanto dichiarato il 30 giugno scorso a commento della sentenza di primo grado". "Le considerazioni di allora - conclude il Lingotto - risultano ancor più valide oggi, alla luce del fatto che l'azienda è già stata costretta a far ricorso negli ultimi mesi alla cassa ntegrazione per un totale di 20 giorni lavorativi, a causa della situazione del mercato automobilistico europeo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata