Feltrinelli, al via contratto di solidarietà per 1370 lavoratori

Milano, 3 mag. (LaPresse) - La crisi economica, unita con la rivoluzione digitale, colpisce anche il mercato dei consumi culturali. Così Librerie Feltrinelli annunciano, d'accordo con le orgaizzazioni sindacali, l'introduzione dei contratti di solidarietà per 12 mesi a partire dal 10 giugno, che riguarderanno 1370 dipendenti in 102 negozi, per un recupero di 216mila ore totali annue. Lo annuncia l'azienda in un nota, spiegando di aver "aperto un confronto franco e diretto con le organizzazioni sindacali per gestire nel migliore dei modi la situazione e per valutare tutte le opzioni percorribili per non mettere a rischio la tenuta di alcuni punti vendita, salvaguardare i livelli occupazionali complessivi e mantenere l'equilibrio economico finanziario aziendale".

Gli accordi, che riguardano le tre società che costituiscono il retail di Feltrinelli (Librerie Feltrinelli, Finlibri, Librerie delle Stazioni). L'azienda è "fiduciosa che l'impegno di tutti i soggetti che hanno reso possibile l'accordo, di natura necessariamente transitoria, e di tutti i lavoratori coinvolti consentirà di superare la difficile fase congiunturale e di proseguire il percorso di sviluppo e innovazione già intrapreso da Librerie Feltrinelli al fine di consolidarne la posizione di leadership nel settore".

"Il 2012 è stato per l'azienda un anno particolarmente difficile - spiega l'azienda - con vendite nette in calo del 5% rispetto al 2011, nonostante l'apertura di nuovi punti vendita. Negli ultimi due anni l'azienda ha registrato una contrazione delle vendite nette dell'11% a parità di punti vendita. E il 2013 si annuncia altrettanto critico. Nonostante il difficile quadro di mercato, l'azienda continua a credere nel ruolo insostituibile delle librerie nella diffusione di idee e cultura e prosegue con determinazione il suo piano di investimenti in nuove aperture, innovazione di formato (RED) e trasformazione della rete di vendita".

Perciò dopo diversi incontri, il 24 aprile l'azienda e i sindacati hanno valutato che il contratto di solidarietà fosse "l'ammortizzatore sociale più indicato per raggiungere l'obiettivo di riportare la produttività e il costo del lavoro a livelli sostenibili rispetto alle contingenze del mercato". Librerie Feltrinelli assicura che nelle "prossime settimane l'ipotesi di contratto di solidarietà firmata il 24 aprile sarà illustrata e discussa nelle assemblee che si terranno nei negozi e verranno definite le modalità attuative attraverso incontri territoriali tra rappresentanti aziendali, le rsu/rsa e/o le organizzazioni sindacali territoriali".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata