Fed: Bernanke, le politiche espansive producono benefici generalizzati
(Finanza.com) Il piano di acquisto asset è stato concepito per il miglioramento dell'economia globale e non è diretto alla svalutazione del dollaro. Lo ha dichiarato il n.1 della Banca centrale statunitense, Ben Bernanke, nel corso di un intervento alla London School of Economics. Dopo le critiche arrivate da esponenti politici dei Paesi emergenti, secondo cui il quantitative easing della Fed rappresenterebbe una moderna rivisitazione della politica “beggar-thy-neighbor” (insieme di politiche che tendono a produrre benefici per il Paese che le adotta e danni agli altri), Bernanke ha definito il Qe della Fed una misura “enhance-thy-neighbor”, destinata cioè al miglioramento generalizzato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata