Fca, volano le vendite: a settembre in Europa +14,2%
Nei primi 9 mesi dell'anno l'aumento è anche maggiore: +15,3%

Prosegue anche a settembre il forte aumento delle vendite di Fiat Chrysler Automobiles in Europa, che in una nota a commento dei dati diffusi dall'Acea segnala il gruppo con 90.900 immatricolazioni, chiude il mese in crescita del 14,2 per cento, valore notevolmente superiore al mercato, che comprendendo i Paesi Efta è cresciuto del 7,3%. Nell'anno le registrazioni sono state 768mila, +15,3 per cento in un mercato cresciuto del 7,7 per cento. Fiat Chrysler Automobiles ha aumentato le vendite in tutti i principali Paesi, sia in settembre sia nel progressivo annuo, con valori superiori alla media del mercato. Da segnalare i risultati ottenuti in Italia (+20,8 per cento nel mese e +20,3 per cento nell'anno), in Germania (+29,4 per cento a settembre e +10,4 per cento nel progressivo), in Francia (rispettivamente +8,4 e +11,3 per cento) e in Spagna (+37,2 per cento nel mese e +24,4 per cento nei primi nove mesi del 2016). Il marchio Fiat ha registrato in settembre oltre 67 mila vetture, il 10,8 per cento in più rispetto allo stesso mese del 2015, con una quota del 4,5 per cento in confronto al 4,3 di un anno fa. Nei primi nove mesi del 2016, Fiat ha immatricolato quasi 580.700 vetture (il 15,4 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, anche in questo caso con un risultato superiore alla media del mercato) e la quota è stata del 5 per cento, in crescita di 0,3 punti percentuali. Tra i risultati del brand sono da segnalare numerosi aumenti di immatricolazioni sia a settembre (in Italia +16 per cento, in Germania +35,9 per cento, in Francia +2,3 per cento e in Spagna +35,5 per cento) sia nel progressivo annuo: +19,7 per cento in Italia, +12,1 per cento in Germania, +14 per cento in Francia, +27 per cento in Spagna. Il marchio Fiat domina le vendite del segmento A, con 500 e Panda al primo e al secondo posto tra le vetture più vendute in settembre e nell'anno: insieme hanno raggiunto una quota del 29,5 per cento nel progressivo annuo. Le vendite della 500 sono cresciute nel 2016 del 2,4 per cento rispetto all'anno scorso, quelle della Panda del 12 per cento. Altrettanto positivo il risultato della 500L, vettura più venduta del suo segmento sia a settembre sia nel progressivo annuo: con quasi 66 mila immatricolazioni nel 2016, 500L ha ottenuto una quota del 26 per cento del suo segmento. Completa il successo della famiglia 500 la costante crescita della 500X, ormai stabilmente tra le posizioni di vertice del suo segmento. In settembre ne sono state immatricolate 9.700 (il 10,5 per cento in più rispetto a un anno fa) e nel progressivo annuo 83 mila (+65,8 per cento). Continua la costante crescita della Tipo e va segnalato il risultato della 124 Spider, tra le top five del suo segmento con una quota del 10 per cento.

Lancia/Chrysler ha immatricolato in settembre 5.400 vetture, il 14,7 per cento in più rispetto all'anno scorso. Nei primi nove mesi del 2016 Lancia ha immatricolato 52.800 vetture (+9,2 per cento rispetto al 2015) per una quota dello 0,5 per cento (+0,1 punti percentuali). Le vendite del marchio hanno registrato un sensibile aumento in Italia, mercato di riferimento per Lancia: +18,4 per cento a settembre e +18 per cento nel progressivo annuo. Da segnalare che Ypsilon in settembre ha incrementato le vendite del 16,7 per cento rispetto a un anno fa, confermandosi leader nel suo segmento in Italia. In settembre le immatricolazioni di Alfa Romeo in Europa sono state quasi 7 mila (il 39 per cento in più rispetto all'anno scorso) con una quota allo 0,5 per cento, in crescita di 0,1 punti percentuali rispetto allo stesso mese del 2015. Nei primi nove mesi dell'anno le Alfa Romeo registrate in Europa sono state 48.500 (+11,5 per cento rispetto al 2015) per una quota di mercato dello 0,4 per cento. Le vendite del marchio sono cresciute in quasi tutti i principali mercati: in Italia (+47,3 per cento a settembre e +14,4 per cento nel progressivo), in Germania rispettivamente +110,4 per cento e +26,1 per cento), in Francia (+39,7 per cento nel mese e +7,4 per cento nell'anno) e in Spagna (+68,9 per cento a settembre e +11,1 per cento nel progressivo annuo). A spingere verso l'alto i risultati dell'Alfa Romeo sono state la Giulietta (immatricolazioni in crescita del 3,1 per cento nel progressivo annuo) e indubbiamente la Giulia, le cui vendite stanno rapidamente aumentando in tutti i principali mercati europei. Jeep ha chiuso settembre con un'altra sensibile crescita delle vendite: quasi 10.400 le immatricolazioni (+21 per cento) con la quota allo 0,7 per cento, in crescita di 0,1 punti percentuali. Nel progressivo annuo le registrazioni Jeep sono state quasi 80.300, con un incremento del 22,1 per cento e con la quota allo 0,7 per cento rispetto allo 0,6 per cento di un anno fa. Il marchio è cresciuto in quasi tutti i principali mercati europei, ovunque con valori sensibilmente superiori alla media: in Italia +46,1 per cento nel mese e +37,7 per cento nel progressivo, nel Regno Unito (rispettivamente +18,8, miglior mese di sempre, e 39,7 per cento), in Francia (+36,8 per cento a settembre e +18,1 per cento nel 2016) e in Spagna (+43,3 per cento nel mese e +34 per cento nel progressivo). La Renegade continua a trainare i risultati del marchio: a settembre ne sono state immatricolate circa 7.600 esemplari, in crescita del 41,7 per cento rispetto allo stesso mese di un anno fa. Il marchio di lusso Maserati ha immatricolato 927 vetture a settembre e 5.459 nei primi nove mesi del 2016.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata