Fca, vendite in Europa +15,2% a gennaio, quota mercato al 7%
A gennaio sono state 63.500 le immatricolazioni in Europa del marchio Fiat

 Il gruppo Fiat Chrysler Automobiles ha registrato un aumento delle vendite nell'area Ue più i Paesi Efta del 15,2% a gennaio, registrando 83.780 vetture. È quanto emerge dai dati Acea. La quota di mercato di Fca è salita al 7% dal 6,6% dello stesso mese dello scorso anno. A parte Jeep, che registra un lieve calo delle immatricolazioni (-5,6%), crescono tutti i marchi: Fiat (+17,3%), Alfa Romeo (+31,4%) e Lancia/Chrysler (+2,5%). Oltre alla crescita registrata in Italia (+12,7%), Fca ha ottenuto risultati positivi in quasi tutte le principali nazioni europee: in Germania (+22,7% contro il 10,5% del mercato), in Francia (+19% rispetto al 10,6% del mercato) e in Spagna (+32,2% contro il +10,6% del mercato).

A gennaio sono state 63.500 le immatricolazioni in Europa del marchio Fiat, con la quota che è cresciuta al 5,3% rispetto al 4,9% di gennaio 2016. Panda e 500 restano le due vetture più vendute del segmento A con una quota aggregata del 31,6%. Lancia/Chrysler segna invece a gennaio una quota stabile allo 0,5%, con la Ypsilon che ha visto un incremento delle immatricolazioni del 2,8% in Europa e del 4% in Italia.

L'effetto Giulia continua a contribuire sensibilmente ai risultati di Alfa Romeo. A gennaio le immatricolazioni del Biscione sono state 6 mila, il 31,4% in più di gennaio 2016, per una quota in aumento di 0,1 punti percentuali allo 0,5%. Il marchio Jeep ha immatricolato 7.400 vetture per una quota dello 0,6%. A gennaio il brand ha accresciuto le vedite in Francia dell'1,5%. Il marchio di lusso Maserati, infine, a gennaio ha immatricolato 995 vetture.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata