Fca, Manley scrive ai dipendenti: "Non ci faremo frenare da causa Gm"
Fca, Manley scrive ai dipendenti: "Non ci faremo frenare da causa Gm"

Lettera del Ceo per rassicurare i lavoratori. "Sconcertante manovra", denuncia l’azienda

Lettera ai dipendenti dell'amministratore delegato di Fca, Mike Manley, a proposito della causa intentata da General Motors. "Cari Colleghi, come probabilmente saprete, General Motors ha intentato una causa contro la nostra azienda, sostenendo che FCA avrebbe corrotto il processo di contrattazione con la UAW e in qualche modo avrebbe danneggiato General Motors", scrive il Ceo. "Ci tenevo a contattarvi personalmente per assicurarvi che non ci faremo frenare da questa azione", rassicura il manager che coglie l’occasione per ringraziare i dipendenti per il lavoro che hanno fatto e che continuano a fare. "Manteniamo alto il nostro livello di prestazioni poiché ha chiaramente preoccupato alcuni dei nostri concorrenti", conclude Manley.

Poco prima una nota dell’azienda aveva definito la causa una "sconcertante manovra" giunta "in un momento in cui FCA sta dimostrando di essere un concorrente sempre più forte e continua a creare importante valore per tutti i suoi stakeholders, implementando con successo la propria strategia di lungo periodo". Fiat Chrysler Automobiles ha poi ribadito che "si difenderà con tutte le forze" sottolineando che "continuerà a concentrarsi sul produrre risultati record e realizzare la sua entusiasmante visione del futuro dell’industria automobilistica. FCA ha fiducia che prevarrà nel difendersi da queste accuse in tribunale e intende avvalersi di tutte le tutele disponibili in risposta a questa causa senza fondamento".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata