Exor: utile netto 2012 in calo a 398,2 milioni, dividendo invariato a 0,335 euro per azione ordinaria
(Finanza.com) Exor ha chiuso il 2012 con un utile netto consolidato in calo a 398,2 milioni contro i 504,2 milioni dell'esercizio precedente. La variazione negativa di 106 milioni, spiega la holding della famiglia Agnelli, deriva dal decremento della quota nel risultato delle partecipate (-128,6 milioni), dai minori dividendi da partecipazioni (-10,2 milioni), dall'incremento degli oneri finanziari netti (-6,4 milioni), parzialmente compensati dall'incremento delle plusvalenze nette realizzate nell'esercizio (+15,8 milioni) e da altre variazioni nette positive (+23,4 milioni). Al 31 dicembre 2012 il Net Asset Value (NAV) era pari a 7.620 milioni ed evidenzia un incremento di 1.300 milioni rispetto al dato di 6.320 milioni a fine 2011. Il saldo della posizione finanziaria netta consolidata del Sistema Holdings a fine 2012 è negativo per 525,9 milioni di euro ed evidenzia una variazione negativa di 200,1 milioni rispetto al saldo negativo di 325,8 milioni di fine 2011. Il Cda ha deliberato di proporre all'assemblea la distribuzione di un dividendo invariato di 0,3350 euro a ciascuna azione ordinaria, di 0,3867 euro a ciascuna azione privilegiata e di 0,4131 euro a ciascuna azione di risparmio, per un totale di massimi 78,7 milioni di euro. I dividendi proposti saranno posti in pagamento il 27 Giugno (stacco cedola in Borsa il 24 Giugno) e saranno corrisposti alle azioni in conto alla data del 26 Giugno (record date) e alle azioni che saranno in circolazione, escluse le azioni direttamente detenute da Exor.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata